Arance

Arance, lo sapevi che...

L’arancia amara, coltivata fin dal secolo IX dagli arabi, è il frutto dell’ibridazione tra due altri agrumi, vale a dire il pomelo (Citrus Maxima, così…

Cenni storici

L’arancio (Citrus sinensis (L.) Osbeck, 1765) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutacee, il cui frutto è l’arancia. È un antico ibrido, risultato di un incrocio di oltre 4000 anni fa tra il pomelo e il mandarino.

Originario della Cina e del sud-est asiatico, questo frutto invernale sarebbe stato importato in Europa solo nel XVI secolo da marinai portoghesi. Tuttavia alcuni testi antico-romani ne parlano già nel I secolo; veniva coltivata in Sicilia dove era chiamato melarancia, il che potrebbe significare che il frutto avesse raggiunto l’Europa via terra. Potrebbero essere corrette entrambe le teorie. Probabilmente l’arancio giunse davvero in Europa per la via della seta, ma la coltivazione prese piede solo nella calda Sicilia. Secoli dopo questo frutto venne riscoperto dai marinai portoghesi proseguirono la sua diffusione.

Le arance

  • AMARE
  • DOLCI
    • BIONDE (NAVEL, VALENCIA)
    • ROSSE (TAROCCO, SANGUINELLO, MORO)

Le varietà di arance sono tantissime, di seguito troverai più informazioni riguardo le principali:

Le arance

Arance amare

Il suo nome scientifico è Citrus aurantium.
Leggermente più piccolo dell’arancia dolce, ha la sua buccia spessa e molto ruvida.
L’interno del frutto possiede molti semi ed ha una polpa poco succosa e di sapore aspro, mentre la parte bianca della scorza è fortemente amara.
La sua buccia molto profumata viene impiegata per estrarre un ricercato olio essenziale.

Arance dolci

Il suo nome scientifico è Citrus sinensis.
In base alla varietà la sua polpa è giallo – arancione o sanguigna e può essere più o meno succosa.
Originaria della Cina e del sud-est asiatico, questo frutto invernale sembrerebbe essere stato importato in Europa nel XVI secolo da marinai portoghesi.

Le arance dolci

Polpa bionda

Le arance a polpa bionda sono l’agrume che più si è diffuso nel mondo e sono classificate in una miriade di varietà.
Presentano una polpa di colore giallo-arancio.

Polpa rossa

Prodotte solo in Italia, tipiche della Sicilia orientale.
Il loro colore è dovuto alla presenza delle antocianine.
Prodotte pricipalmente da dicembre ad aprile.

Le arance dolci a polpa bionda

Navel

Presenta un frutto gemello all’interno della buccia (è “ombelicata”).
Varietà molto dolce, di colore arancione carico.
Matura prima della Valecia.

Valencia

Buccia di spessore medio e colore arancio chiaro.
Caratterizzata da grande succosità e minor dolcezza.
Si conserva più a lungo.

Le arance dolci a polpa rossa

Tarocco

È la regina delle arance siciliane ed è caratterizzata da una polpa striata di rosso e da una elevata succosità.
È apprezzata per la bontà del suo succo, equilibrato nel contenuto di zuccheri ed acidi.
Matura da dicembre a marzo.

Sanguinello

Questa varietà presenta un colore intenso ed un basso contenuto zuccherino.
La forma è oblunga e presenta un elevato contenuto di acido citrico.
La maturazione va a da gennaio ad aprile.

Moro

Questa è la varietà più pigmentata in assoluto.
Caratteristico il colore rosso scuro del succo, determinato dall’alta concentrazione di antocianine.
Il loro sapore è caratterizzato da una piccola nota di acidità.
Non presenta semi e matura nei primi giorni di dicembre.

Arance, lo sapevi che...

L’arancia amara, coltivata fin dal secolo IX dagli arabi, è il frutto dell’ibridazione tra due altri agrumi, vale a dire il pomelo (Citrus Maxima, così…

In molte regioni d’Italia il nome dialettale dell’arancia è, né più, né meno, portogallo. Infatti in alcune zone della Calabria, Campania e della Puglia ancor…

C’è solo un posto al mondo dove le arance di varietà rossa assumono questa particolare colorazione: la Piana di Catania.
Il piccolo territorio è soltanto quello compreso tra i comuni di Catenanuova, Francofonte, Militello, Lentini, Motta Sant’Anastasia, Paternò, Palagonia, Ramacca e Scordia.